Vitamina D: i benefici della vitamina del sole

  • di
vitamina D

Il mondo degli integratori è davvero ampi e soprattutto nell’ultimo anno si è parlato tantissimo di Vitamina D. Ma a cosa serve? Quali sono le sue proprietà e i suoi benefici? Scopriamolo insieme. Sicuramente è una delle più importanti per il nostro corpo, si tratta di una vitamina liposolubile in formato oleoso solitamente prodotta dalla nostra pelle una volta che si espone al sole e riceve raggi UVB. Prodotta dal nostro organismo in modo naturale, la vitamina D può essere integrata anche a livello alimentare scegliendo uova, pesce azzurro e latticini. Soprannominata anche vitamina del sole ha un numero elevato di proprietà.

Vitamina D: proprietà

Conosciuta ai più come “la vitamina del sole” proprio perché si sviluppa grazie all’esposizione al sole, la vitamina D vanta numerose proprietà. Dal promuovere l’assorbimento del calcio a livello intestinale alla regolazione di livelli di calcio e fosforo, soprattutto però rafforza le ossa e ne favorisce la crescita nei bambini. Chi è più a rischio di carenza di vitamina D? Le categorie da considerare fragili sono quelle con pelle scura, gli anziani, le persone obese, chi non consuma pesce e latticini ma soprattutto chi vive in zone poco esposte al sole.

Integratori di vitamina D: quando usarli

Se il corpo lancia segnali chiari di mancanza di vitamina D e gli esami lo confermano è importante provvedere ad una cura specifica, in modo da poter ridare al corpo ciò di cui ha bisogno. Se sicuramente l’esposizione al sole e l’alimentazione più completa e ricca di pesce possono aiutare, è anche vero che a volte non basta: prendere un integratore Vitamina D3 è sicuramente la soluzione migliore. L’integratore di vitamina D3 va ad aiutare non solo ad integrare la carenza ma anche a migliorare le difese dell’organismo, garantisce un miglioramento del microcircolo e del drenaggio dei liquidi in eccesso, aiuta nella digestione ed infine vanta anche un’azione antiossidante.

Carenza da vitamina D: i segnali del corpo

Per capire se si ha una carenza da vitamina D bisogna prestare attenzione ad alcuni segnali che il nostro corpo ci lancia; tra i più comuni c’è senza dubbio la debolezza che porta anche una predisposizione ad infezioni. Altrettanto comune in chi soffre di carenza da vitamina del sole è la sonnolenza che si manifesta come stanchezza cronica. Da non sottovalutare la depressione e il dolore osseo, specialmente nella zona della schiena. Tra i sintomi che dovrebbero far pensare ad una carenza anche la perdita dei capelli e difficoltà nella guarigione delle ferite. Se si ha una carenza di questa vitamina la risposta è senza dubbio quella di utilizzare integratori che possono andare a migliorarne l’assorbimento e ad aumentarne l’apporto, così che il corpo possa ritrovare un equilibrio.

Un aiuto per le difese immunitarie

Nell’ultimo anno si è parlato tantissimo di Vitamina D e in modo particolare del suo aiuto per le difese immunitarie; la vitamina del sole nota fino a qualche tempo fa ai più per la sua capacità di aiutare l’assorbimento del calcio fornendo un supporto importante alle ossa diventa anche un alleato per difendersi da virus e batteri. A pubblicare uno studio in merito è l’Università di Copenhagen che ha colto il collegamento tra la vitamina D e il rafforzamento delle difese immunitarie. La vitamina D, secondo lo studio, riesce ad attivare i linfociti T che vanno a difendere l’organismo da nemici esterni. Insomma, in vista dell’autunno ma già da ora, utilizzare un integratore di Vitamina D può essere di grande aiuto per riuscire a difendere il proprio organismo da malanni di stagione e virus. In abbinamento all’integratore è importante avere uno stile di vita sano, mangiare bene e consumare soprattutto gli alimenti ricchi di vitamina D già citati precedentemente.