Claim Your Rights

Salute, Benessere e Rimedi Naturali

Pubalgia Sintomi Cause e Rimedi Naturali



La pubalgia, patologia che colpisce soprattutto gli sportivi, è un infiammazione che colpisce la zona pubica e inguinale, che può diramarsi fino ai muscoli delle cosce. Gli sportivi maggiormente esposti alla pubalgia sono i calciatori, i tennisti, i runners, i rugbisti ed i ciclisti.

Tra i diversi tipi di pubalgia, la forma più diffusa è la cosiddetta sindrome retto-adduttoria, in cui s’infiammano i muscoli della zona superiore dell’osso iliaco, mentre la sindrome sinfisaria colpisce l’articolazione posta al centro del bacino. Ed infine vi è la tendinopatia inserzionale, che sorge in seguito a microtraumi dei muscoli adduttori di cosce e addominali.

 

Sintomi e cause della pubalgia

La pubalgia si riconosce in genere per via dei dolori acuti che iniziano nella zona pubica e si diffondono nella parte interna delle cosce. Tali fitte più o meno intense compaiono soprattutto al momento del risveglio o quando ci si appresta ad iniziare un allenamento fisico. Oltre il dolore localizzato nei muscoli dell’area inguinale, si può manifestare pure una sensazione di bruciore e di vescica piena. Nel casi più seri tale patologia può provocare fitte molto dolorose che impediscono pure la semplice azione del camminare.



Per quanto riguarda le cause scatenanti della pubalgia, va detto che sono state riscontrate oltre settanta motivazioni, tra cui un errata postura o un sovraccarico dovuto da movimenti ripetuti nel tempo. La principale causa scatenante della pubalgia quindi risiede in patologie alla colonna vertebrale che irrigidiscono i muscoli dell’area pubica. Tra le altre motivazioni che originano tale infiammazione dolorosa vi sono malformazioni alle ginocchia, diabete, malattie ai tendini o ai muscoli, lesioni alle articolazioni, ernia inguinale, stiramento all’anca ed allenamenti in terreni inadatti.

Va detto, che esiste un tipo di pubalgia che colpisce le donne in gravidanza. Tale pubalgia si può manifestare a partire dal sesto mese circa, quando il feto provoca una iperlordosi ed uno stiramento dell’addome che favorisco l’insorgere della patologia. In questo caso, per contrastare il dolore si può ricorre a creme specifiche, antidolorifici naturali o sedute di yoga.

 

Rimedi naturali per curare la pubalgia

Una volta che il medico ha diagnosticato la presenza di una pubalgia, al di là della sua gravità, è fondamentale restare a riposo e sospendere per alcune settimane gli allenamenti. Un rimedio efficace per curare la pubalgia consiste nell’uso di cibi dal potere antinfiammatorio, come per esempio l’arnica, lo zenzero e la curcuma.

Pure degli esercizi fisici mirati, con l’ausilio di un fisiatra, possono lenire il dolore derivante dalla pubalgia, come per esempio esercizi di allungamento, di rinforzamento muscolare, stretching ed esercizi mirati a riequilibrare la muscolatura delle gambe e del bacino. Gli esercizi fisici sono molto importanti per recuperare la piena forma fisica ed evitare che la patologia si ripresenti nel tempo.

Se si soffre di pubalgia, sarebbe opportuno evitare di sforzarsi troppo a livello fisico, eseguendo una moderata attività fisica una volta che il dolore si è calmato. In caso di dolore particolarmente intenso si può ricorrere a degli impacchi di ghiaccio, da applicare due o tre volte al giorno e fasciature locali. Infine, prima di iniziare a fare sport occorrerebbe eseguire degli esercizi di riscaldamento per distendere e riscaldare bene la muscolatura ed evitare tensioni.




Pubalgia Sintomi Cause e Rimedi Naturali ultima modifica: 2017-02-14T18:31:10+00:00 da amministratore
Claim Your Rights © 2017, Salute, Benessere e Rimedi Naturali