L’igiene dentale parte dall’alimentazione



La maggior parte delle persone non sanno che esiste un nesso tra alimentazione e salute dei denti; tra le cause principali dei problemi alla bocca ci sono scarsa igiene ed alimentazione scorretta. Questi fattori di rischio permettono lo sviluppo di carie, tartaro e lesioni del cavo orale; a favorire in particolare i problemi ai denti, sono stati anche cambiamenti nello stile di vita come: la diffusione di diete ricche di zuccheri ed un elevato consumo di alcool e tabacco. Per evitare problematiche in generale, bisogna curare l’igiene orale quotidianamente. La bocca è un sistema delicato a cui bisogna dedicare cure continue, queste, devono essere affiancate ad una selezione di cibi e bevande. Bastano però pochi accorgimenti per scongiurare rischi: è stato infatti dimostrato che una dieta corretta e perfettamente bilanciata permetta un risparmio consistente nelle spese a scopo di cura dell’igiene orale; le carenze di magnesio, zinco, ferro, manganese, selenio, vitamine C ed E possono determinare gengiviti e malattie parodontali ed abbassare gradualmente le difese immunitarie che incidono sulla salute di tutto il nostro corpo e della bocca.



Proprietà ed alimenti benefici

Gli alimenti che non devono mancare per mantenere intatti i denti nella loro estetica e nella loro struttura sono molteplici; per cominciare, i cibi come latte e derivati perché strutturalmente i denti sono formati da calcio, minerale contenuto in grandi quantità da questi alimenti. Bisogna però stare attenti ed avere premura di usare lo spazzolino dopo il consumo di queste pietanze per eliminare i residui di lattosio, visto che quest’ ultimo è uni zucchero che alimenta la flora batterica. Le verdure a foglia larga sono alleate nel compito del mantenere una buona igiene orale perché stimolano la salivazione ed aiutano nella pulizia della boccala frutta pure ricopre un ruolo fondamentale perché contiene sostanze che fungono da anti-batteri che riducono i depositi che si formano sulla placca. Ortaggi come sedano e carote invece permettono di mantenere una buona idratazione ed allo stesso modo eliminano la placca; altri ortaggi come pomodori, rapanelli, pomodori, crescione e ciliegie rinforzano lo smalto attraverso il loro grande contenuto di fluoro. Gli alimenti ad alto contenuto proteico come legumi e carni bianche permettono il mantenimento di una buona igiene orale soprattutto per il loro alto contenuto di ferro e magnesio; è stato dimostrato che anche un bicchiere di vino a pasto permette di mantenere i denti in buona salute per la presenza di poli-fenoli che inibisce la capacità dei batteri di aderire alla superficie dentale.

Alimenti dannosi per i denti

Partendo dal presupposto che ogni alimento presenta un determinato livello di acidità capace di indebolire lo strato protettivo dei denti; alcuni alimenti potrebbero minacciare la salute della bocca come gli agrumi che, se pur contenenti vitamina C utile per la protezione delle gengive, contengono acido citrico, abrasivo per lo smalto,per questo è consigliato risciacquare la bocca dopo averli ingeriti. Bevande come energy drink, bibite gassate, birra aumentano il rischio di danni allo smalto. Inoltre è meglio diminuire il consumo di merendine, dolciumi e stuzzichini salati perché lasciano residui dannosi i cui effetti vengono amplificati dalle bevande alcoliche; queste, una volta degradate dagli enzimi presenti nella cavità orale, diventano acetaldeide, sostanza che corrode i tessuti gengivali.

Nel caso si voglia avere miglior cura dell’igiene dentale è meglio rivolgersi ad uno specialista che tratta queste problematiche come il gruppo di esperti da cui si può richiedere questi servizi di dentalclinictrimarchi.it