Igiene dentale: presente un miliardo di microorganismi solo su un dente



Una delle cose che tutti noi abbiamo imparato fin da piccoli è che la salute del corpo parte da una corretta igiene orale, purtroppo non sono pochi coloro che trascurano tale aspetto sebbene siano a conoscenza dell’importanza della cura dei proprio denti causando così non pochi danni alla loro salute.

Non a caso, secondo diverse ricerche eseguite qualche tempo fa è stato rilevato che sono 20 milioni gli italiani che hanno problemi di gengive infiammate, nello specifico 1 italiano su 2 soffre di gengivite, 1 su 4 di parodontite, mentre 2 su 10 rischiano di perdere i denti per la mancanza di un’adeguata igiene orale.

L’utilizzo quotidiano di spazzolino, dentifricio, filo interdentale e collutorio, dunque, svolgono un’azione indispensabile per la prevenzione e cura della bocca, anche perché è stato dimostrato che 1 miliardo di microorganismi si annida solamente su un dente, figuriamoci quanti batteri sono presenti su tutta quanta la dentatura!

Ecco alcuni consigli per prendersi cura del proprio cavo orale

 A questo proposito, i dentisti offrono alcuni consigli da mettere in pratica.

  1. Eseguire un controllo di routine almeno 2 volte l’anno

Anche se non si hanno particolari problemi di igiene orale sarebbe auspicabile recarsi dal dentista per gli usuali controlli almeno 2 volte l’anno.

Sicuramente il dentista di fiducia consiglierà di utilizzare lo spazzolino elettrico anziché quello tradizionale per il semplice motivo che risulta molto più efficiente per eliminare la placca, in quanto agisce meglio sulle parti nascoste.

Anche lo scovolino dovrebbe essere utilizzato perché si insinua tra i denti e riesce a rimuovere i depositi tra i denti.



Secondo alcune ricerche pare che le donne siano molto più capaci a lavarsi i denti correttamente, rispetto agli uomini.

 

L’importanza del collutorio antiplacca

Se su ogni dente si deposita 1 miliardo di batteri, allora in tal caso bisogna mettere in pratica il detto “prevenire è meglio che curare” pertanto, il collutorio antiplacca rappresenta la migliore scelta da considerare per tenere a bada i microorganismi.

Ovviamente non bisogna scegliere un collutorio a caso ma è sempre consigliabile farsi indirizzare dal proprio dentista sul miglior prodotto da acquistare.

Sul mercato sono presenti innumerevoli prodotti e prediligere quello che potrebbe fare al caso proprio talvolta si rivela un’impresa piuttosto ardua.

Poi, ci sono da considerare le gengive.

Se accade che spesse volte sono arrossate o addirittura si ritraggono vuol dire che bisogna stare molto attenti poiché nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di parodontite.

 

Cos’è la parodontite e come prevenirla

È la malattia che conduce alla caduta i denti, definita anche piorrea viene considerata la sesta malattia più diffusa al mondo.

Nello specifico si tratta di un’infezione batterica che ha la capacità di aggredire i tessuti e le gengive.

Per curarla, bisognerà mettere in atto alcuni consigli come:

  • non fumare;
  • mangiare un buon quantitativo di frutta e verdura prediligendo in particolar modo gli alimenti che contengono un alto contenuto di vitamina C;
  • recarsi dal dentista almeno 2 volte l’anno per una seduta di igiene orale;
  • prediligere dentifrici delicati, studiati appositamente per gengive e denti sensibili.

Nel caso in cui poi la situazione fosse grave, allora si dovrà optare per l’innesto di impianti dentali padova in modo da risolvere definitivamente l’annoso problema.