Claim Your Rights

Formaggi Senza Lattosio, Quali Sono e Quali sono a Pasta Molle



Se si scopre di essere intolleranti al lattosio si va inevitabilmente alla ricerca di tutti gli alimenti che non lo contengono. Il lattosio è uno zucchero del latte composto da glucosio e galattosio che necessita di una scissione, da parte di un enzima prodotto dal corpo umano, per essere digerito.

Molte persone purtroppo non riescono a produrre questo enzima e riscontrano quindi difficoltà nella digestione di alimenti che contengono lattosio.

Fortunatamente però esistono moltissimi alimenti che non contengono lattosio, e questo vale anche per i formaggi, vediamo quindi insieme quali sono.

 

Quali Sono

I formaggi privi di lattosio non sono pochi ma è fondamentale classificarli in base alla quantità di zucchero nel latte contenuto all’interno. Chi si occupa della produzione di questo tipo di formaggi sa bene quanto sia importante essere ben organizzati e tracciare tutte le operazioni che prevedono la creazione di questi prodotti, a partire dalle materie prime sino ad arrivare alla loro commercializzazione.

Proprio per questo motivo, i migliori caseifici si organizzano utilizzando appositi software gestionali, che consentono, oltre a monitorare quanto già descritto, di seguire tutte le operazioni di tentata vendita. Questi programmi per la gestione casearia dovrebbero essere utilizzati da qualsiasi caseificio, indipendentemente dalle sue dimensioni e dalla mole del proprio fatturato.

Ma torniamo alle intolleranze ed ai formaggi che è possibile mangiare senza problemi perchè privi di lattosio. Tra i formaggi che sicuramente è possibile mangiare quando si è intolleranti al lattosio vi è:

Questi tre formaggi contengono una percentuale di lattosio, nel prodotto finito, pari allo 0,01%. Nel caso del grana e del parmigiano, lo zucchero del latte sparisce quasi completamente grazie alla lunga stagionatura (24-26 mesi). Per il gorgonzola invece sarà la triplice fermentazione a garantire una quantità di lattosio così bassa, quasi inesistente.

Vi sono poi altri formaggi che possono essere mangiati, ma che non vengono tollerati in egual modo da tutti, quindi il consiglio è quello di mangiarli in maniera moderata.

Stiamo parlando dei formaggi che subiscono un processo di pressatura, durante la loro lavorazione, e che vengono successivamente stagionati. Il processo di pressatura favorisce l’eliminazione del siero e di conseguenza dello zucchero in esso contenuto.

Rientrano in questa categoria d formaggi senza lattosio:

Tra i formaggi che invece non subiscono una stagionatura, ma contengono un quantitativo limitato di lattosio ci sono:

 

Formaggi a Pasta Molle Senza Lattosio

I formaggi freschi a pasta molle come la mozzarella, i formaggi spalmabili e la ricotta sono tra gli alimenti più consumati nella nostra alimentazione.

Ne riconosciamo certamente il sapore senza eguali, ma stiamo parlando di prodotti che purtroppo non vengono tollerati da chi ha un’intolleranza al lattosio perché vengono prodotti tramite la coagulazione acida e presentano perciò delle quantità di zucchero del latte molto elevate, che non riescono ad essere digerite facilmente, in soggetti intolleranti.

Per venire incontro alle necessità di queste persone e per permettere loro di continuare ad assaggiare questo tipo di prodotti, il mercato ha dato vita ad una serie di prodotti senza lattosio, che è possibile trovare direttamente al supermercato.

Questi alimenti subiscono una lavorazione a temperature e a tempi controllati dove viene aggiunto l’enzima lattasi, che riesce a separare il lattosio in glucosio e galattosio.

Tra i prodotti, più facilmente trovabili in negozio vi è la mozzarella senza lattosio, la ricotta confezionata e senza lattosio, il formaggio spalmabile senza lattosio, ma vi è anche lo yogurt ed il latte, anch’essi privi di lattosio.



Exit mobile version